Il benessere animale e la condizionalità ambientale

G li allevamenti conferenti latte (una ventina, compresi quelli di famiglia) sono tutti attentamente selezionati e situati nel raggio di 15 Km dallo stabilimento, permettendo una filiera produttiva molto corta. Si cerca in questo modo di non “stressare” il latte e far sì che arrivi “ancora caldo” nello stabilimento, pronto per essere immediatamente trasformato. La raccolta avviene giornalmente attraverso propri automezzi cisterna con personale dipendente. Periodicamente, gli addetti dell’ Ufficio Qualità compiono degli audit di verifica all’interno degli allevamenti controllando stalle e sale di mungitura, al fine di monitorare sia il benessere animale che le condizioni igienico sanitarie. L’ Azienda agricola di famiglia consta di un allevamento di circa 1000 capi e di terreni coltivati per l’alimentazione delle stesse di oltre 200 ettari. La Contadina richiede al proprio allevamento e a quelli esterni degli standard qualitativi (in particolare crioscopia, carica batterica e percentuale di grassi e proteine) molto elevati, superiori a quelli contemplati nelle normative. Se il prodotto proveniente dagli allevamenti risulta non congruo, si passa dalla sospensione della raccolta fino, nel caso di recidiva, alla recessione immediata del contratto. La standardizzazione della raccolta permette di avere regolarmente un latte costante e di alto livello che si traduce sia in un’ottimizzazione del processo produttivo che in un prodotto sempre uguale in qualità e caratteristiche.